Educazione alla legalità

 

EUCAZIONE ALLA LEGALITA’  ( allegato B )

Finalità
• Favorire la cultura della legalità intesa come adesione convinta ad un sistema di norme che permettano alla comunità di progredire e promuovere qualità di vita più sicura e più serena.
• Modificare positivamente gli atteggiamenti ed i rapporti all’interno del contesto sociale e familiare in cui vive l’alunno, promuovendo la cultura del rispetto come valore irrinunciabile nell’educazione delle giovani generazioni.
• Promuovere la formazione di una cittadinanza attiva e consapevole.
• Favorire la formazione di una etica della responsabilità.
Obiettivi
• Riconoscere regole di corretto comportamento nella famiglia, nella scuola, nella comunità più vicina;
• Interiorizzare il concetto di sé e dell’altro come portatore di bisogni e istanze;
• Acquisire consapevolezza dei comportamenti prevaricanti nei confronti degli altri;
• Acquisire progressivamente comportamenti autonomi nei confronti degli adulti;
• Saper riconoscere il valore dei propri oggetti, di quelli dei compagni e della comunità;
• Acquisire consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti, da valorizzare e da integrare nel rapporto con gli altri;
• Far propri progressivamente, i significati di libertà, solidarietà, sicurezza;
• Acquisire comportamenti improntati alla solidarietà, alla cooperazione e all’altruismo;
• Acquisire la consapevolezza che le norme e le leggi regolano la vita associata, e che la condivisione e il rispetto delle stesse costruiscono la convivenza civile.
• Sviluppare il rispetto e la tutela del patrimonio comune, acquisendo la consapevolezza che i beni, i servizi pubblici e il patrimonio paesaggistico sono una dote collettiva e che bisogna impedire il degrado e l’abuso;
• Acquisire atteggiamenti permanenti di non violenza e di rispetto della diversità;
• Potenziare l’autostima come capacità di assumersi le proprie responsabilità sia dirette, sia indirette;
• Adottare uno stile di vita in armonia con se stessi, la natura e il mondo per garantire il diritto di tutti gli esseri viventi ad una esistenza dignitosa;
• Comprendere il valore dell’onestà, come espressione di “ciò che penso, sento, sono”;
• Capire che ogni diritto individuale è indissolubilmente legato all’adempimento di un dovere;
• Riflettere sul ruolo della pace, della democrazia e dell’uguaglianza e sul loro aggancio con il dettato costituzionale ed europeo.

Destinatari
Tutti gli alunni dell’Istituto
Attivita’
• Lettura di storie, racconti, fiabe … e sviluppo di conversazioni e discussioni
• Lettura e analisi di testi, studio di biografie significative e sviluppo di dibattiti, osservazioni, riflessioni
• Lettura, analisi e discussione di alcuni articoli della Costituzione Italiana e delle Carte dei Diritti
• Produzione di elaborati grafico-pittorici, filastrocche, poesie, articoli da pubblicare, slogan, videoclip, testi, anche informatici …
• Realizzazione di un Regolamento di classe
• Elaborazione di una Carta dei Diritti/dei Doveri degli alunni a scuola
• Lettura, analisi, commento del Patto Educativo di Corresponsabilità
• Realizzazione di un vocabolario illustrato
• Cineforum: cartoni, film, fiction, documentari e conseguente conversazione/dibattito

• Drammatizzazione di contesti quotidiani di litigio, disagio, esclusione, nei diversi ambienti. Individuazione delle situazioni problematiche e tentativi di soluzione
• Ascolto ed eventuale esecuzione di canti
• Attività di circle time e problem solving per discutere sulla gestione dei conflitti e la conseguente creazione di un clima di pace
• Giochi per conoscersi, per cooperare, con le regole
• Attribuzione di incarichi/ruoli all’interno della classe
• Attività laboratoriale di ricerca e di approfondimento
• Incontri e celebrazioni per commemorazioni di momenti significativi delle vicende storiche più importanti
• Uscite didattiche nel territorio
• Incontri con esperti esterni e con rappresentanti delle Istituzioni (Polizia di Stato, Carabinieri, Magistrati …)
• Partecipazione a manifestazioni di particolare rilevanza sociale e civile
• Referendum in classe come esperienza di democrazia e partecipazione responsabile su un “tema vero”
• Presentazione dei lavori realizzati
• Attività di coinvolgimento delle famiglie
Metodologia
• Conversazioni guidate
• Ricerca-azione
• Lavori di gruppo omogenei ed eterogenei
• Cooperative-learning
• Laboratori grafico-pittorici e manipolativi
• Interviste, incontri-dibattito con esperti, visite guidate
• Didattica attiva: problem solving, brain-storming
Strumenti
• Sussidi audiovisivi, lettore CD/DVD
• Computer, Internet, LIM, macchina fotografica
• Materiale video e didattico, testi didattici di supporto, quotidiani, riviste, biblioteca
Rapporti
• Comune di Messina
• Commissione antimafia
• Associazione Antiracket
• Assessorato alle Politiche sociali e giovanili
• Assessorato Regionale P. I.
• Centro di aggregazione “Il Ciclone”
• Scuole di formazione del Tribunale dei Minori
• Associazione Paolo Borsellino
• U.N.I.C.E.F.;
• Telefono Azzurro
• Forze dell’Ordine
• Parrocchie
Durata
• Anno scolastico
Risorse umane
• Docenti di Scuola dell’Infanzia
• Docenti di Scuola Primaria
• Docenti di Scuola Secondaria di I grado

 

Lascia un commento