Progetto ERASMUS – Together in the Winds of Change

 La nostra partecipazione al Progetto 2020/2021

Quest’anno scolastico l’I.C. La Pira – Gentiluomo di Camaro partecipa al progetto Erasmus “Together in the Winds of Change” in collaborazione con quattro scuole dei paesi membri dell’UE: Portogallo, Turchia, Lettonia, Romania. Si tratta di realtà con caratteristiche comuni: un territorio geografico svantaggiato, distante dai maggiori centri urbani di ogni Paese, con analoghe problematiche sociali.

La scuola è l’ultima opportunità per superare le difficoltà che le giovani generazioni devono affrontare in questi territori difficili. Vogliamo unire gli sforzi in una logica di “soluzioni locali ai problemi globali”, condividendo buone pratiche ed esperienze di vita che possono essere solide basi che consentono ai nostri studenti di sviluppare capacità di imprenditorialità e autonomia, in modo che, più tardi nel nostro passaggio alla vita professionale abbiamo giovani che sono maggiormente in grado di affrontare le sfide che dovranno affrontare nel frattempo. Da qui il titolo di questo progetto “Together … in the Winds of Change”! Vogliamo cambiare mentalità rafforzando l’autostima e la motivazione per la Scuola. Vogliamo portare i genitori a scuola e far loro vedere che la scuola è il rifugio che può consentire ai più piccoli di avere una vita migliore di quella dei loro genitori …
Questo progetto delinea i quattro obiettivi della strategia europea per l’istruzione (https://ec.europa.eu/info/topics/education- and-training):

1. Trasformare la mobilità in realtà;

2. Migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione;

3. Promuovere l’uguaglianza, la coesione sociale e la cittadinanza attiva;

4. Incoraggiare la creatività e l’innovazione, compresa l’imprenditorialità a tutti i livelli di istruzione e formazione. Con questo progetto infatti: promuoveremo la mobilità giovanile tra i paesi da un capo all’altro dell’Europa; condividere strategie già convalidate in ogni paese e promuovere nuovi meccanismi educativi, migliorando così la qualità dell’istruzione fornita; evidenziare gli ideali di solidarietà, unità e armonia, evidenziando la matrice europea che vogliamo essere “uniti nella diversità”; e sviluppare strategie innovative, sia all’interno che all’esterno dell’aula, che rendano i nostri studenti cittadini proattivi e dotati degli strumenti necessari per diffondere in un contesto familiare, sociale e professionale un insieme di buone pratiche basate sull’imprenditorialità, la cooperazione e il volontariato.

Pertanto, l’appropriazione dei valori della cittadinanza europea è una chiara preoccupazione di questo progetto. Vogliamo che le nostre comunità locali si rendano conto che fanno parte di un’Europa unita e che uno sforzo congiunto porta cambiamento. I più fragili, gli studenti con difficoltà di apprendimento e bisogni educativi speciali trarranno maggiori benefici dalla condivisione e dalla collaborazione tra scuole così lontane. Gli studenti di ogni scuola interagiranno con studenti di paesi diversi, con le loro culture, abitudini e tradizioni, promuovendo così la solidarietà e l’inclusione in un’Europa che vuole essere unita nella diversità.
Il nostro obiettivo principale sarà lo sviluppo di strategie di apprendimento basate su un’educazione meno formale attraverso la promozione di attività, dove il teatro, le arti, le espressioni, la musica, lo sport e il contatto con la natura avranno un peso maggiore. Gli studenti si renderanno conto che la scuola è più di una lavagna, un tavolo e una sedia e che l’apprendimento può anche essere basato su know-how e know-how, condividendo idee e realizzando prodotti che possono essere presentati alle comunità locali. . Pertanto, svilupperemo strategie che aprono la scuola alle famiglie e alla comunità circostante.
Durante sei LTTA, abbiamo sviluppato tre scambi con gli studenti, in cui la condivisione di esperienze avrà un effetto moltiplicatore sugli studenti con difficoltà di apprendimento. La divulgazione sarà una priorità, in modo che in ciascuna delle scuole partner l’intera comunità educativa comprenda che le abilità del 21 ° secolo possono essere promosse attraverso metodologie creative che portano gli studenti ad acquisire abilità attraverso l’azione. Il potenziamento delle attività extrascolastiche in case di riposo, asili nido, associazioni locali, auditorium e biblioteche renderà questa iniziativa un progetto veramente locale. Le piattaforme digitali ci consentiranno di andare oltre e di essere una vera porta aperta sul mondo.
Siamo sicuri che entro la fine del progetto avremo contribuito a dimostrare che l’Europa è un vero spazio di solidarietà e condivisione, dove è possibile unire gli sforzi per un bene comune! L’isolamento non deve essere una fatalità ed è possibile, unendo testamenti e azioni, rendere deboli punti di forza e problemi sfide al fine di aumentare la motivazione di coloro che spesso hanno un piccolo incentivo a cambiare mentalità e superare ostacoli. Insieme … lo saremo